URL Archives - Antezeta Digital Marketing

Tag Archives: URL

Quello che Google sa su Google e su alcune altre cose

C’è un meraviglioso detto che circola nelle grandi aziende, in particolare quando si parla di iniziative sulla gestione della conoscenza (Knowledge Management – KM), “solo se sapessimo quello che sappiamo“. È improbabile che Google sia esente da questo problema, ma la loro cultura basata sui dati ha lanciato vari cruscotti d’informazione che mirle richieste dei governiano a superare questo problema, facilitando la comunicazione interna ed esterna dei dati, dagli stati di servizio dei servizi Google fino alle statistiche internet.

Lascia un commento

Google Instant: cosa cambia? Poco – e alcune considerazioni di SEO sull’ABC delle ricerche Google in italiano

Ora che su Google Instant sono stati versati fiumi d’inchiostro, spesso senza tanta cognizione di causa, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su quel che comporta questa novità per le aziende e le organizzazioni.

Google Instant è un cambiamento di interfaccia

Prima di tutto, è importante capire cos’è Google Instant e anche cosa non è. Google Instant è una nuova interfaccia utente, che modifica il modo in cui Google presenta i risultati di ricerca.

1 Commento

Scaricare in automatico i server log file dal pannello di controllo

Sto utilizzando il servizio di hosting italiano, Webperte, per questo blog. Il servizio funziona bene, ad eccezione di un piccolo fastidio: non è possibile scaricare i log del server web con ftp. I log sono quelli utilizzati da parte dei sistemi delle web analytics come Urchin.

La soluzione ufficiale è quella di accedere ad un pannello di controllo per l’hosting, navigare alcune schermate e cliccare sui link per effettuare il download dei log files … un bello spreco di tempo. Fortunatamente, il linguaggio Perl offre un modo relativamente semplice per automatizzare questo processo. Ho messo insieme uno script, retrieve-hosting-logs.pl.gz, che è stato progettato per accedere ad un pannello di controllo del tipo Parallels Business Automation e scaricare i due files log di accesso, di errore o ftp più recenti. Sei libero di utilizzarlo a tuo rischio e pericolo; non c’è da aspettarsi supporto visto che esso non è stato pagato :-).

1 Commento

Le Directories Yahoo in Europa, RIP. Se ne è forse accorto qualcuno?

Yahoo! ha chiuso alcune delle sue directories europee il 10 dicembre 2009 e precisamente quelle di Italia, Germania, Francia e Spagna. Per ora l’inglese rimane aperta insieme a quella americana ed alcune altre nel mondo. Gli URL per le directories chiuse, ad esempio http://it.dir.yahoo.com/, vengono ora reindirizzati alla maschera di ricerca di Yahoo!. Almeno la directory italiana risulta ancora nei risultati di una ricerca in Google e Yahoo!, ma non in quelli di Bing. La politica di Yahoo! sembra poco coerente. Le directories in Corea e Taiwan rimangono attive, mentre quelle di Hong Kong e Singapore sono state chiuse.
Yahoo Directory Italia
Figura 1: Yahoo! directory Italia, una volta

2 Commenti

Strumenti SEO di Yahoo: Cosa è in pericolo con l’accordo Microsoft & Come evitare sorprese

Quando Yahoo e Microsoft hanno annunciato la loro Search Alliance nel luglio 2009, erano disponibili solo i dettagli ad alto livello dell’accordo:

  • Microsoft è responsabile per lo sviluppo e la gestione della tecnologia per i risultati del motore di ricerca (bing) per entrambi;
  • Microsoft è responsabile per la piattaforma di pubblicità per i motori di ricerca e la rete dei contenuti (adCenter);
  • Microsoft gestirà il rapporto con inserzionisti fai-da-te;
  • Yahoo gestirà i rapporti con i grandi clienti;
  • Yahoo fornirà una propria interfaccia utente sui risultati Bing che appariranno sui siti Yahoo.
2 Commenti

Strategie di domini e URL per siti plurilingua & internazionali

Un problema che i motori di ricerca devono affrontare, quando eseguono l’indicizzazione e la classificazione dei contenuti di un sito web, è quello di identificare il mercato geografico e linguistico al quale si rivolge una determinata pagina web. Il World Wide Web è, infatti, mondiale e la questione è particolarmente complessa, soprattutto per i siti Web in lingua che hanno un’ampia portata geografica come l’inglese e lo spagnolo.

Fortunatamente per i proprietari dei siti, ci sono indizi che i motori di ricerca possono utilizzare per abbinare i contenuti dei siti web con l’ubicazione dell’utente che fa la ricerca.

5 Commenti

… E poi rimarranno in due: L’accordo Microsoft – Yahoo! per la ricerca al convegno SMX West 2010

Con l’approvazione da parte delle autorità di regolamentazione dell’UE dell’accordo Microsoft-Yahoo per la collaborazione sui motori di ricerca, i professionisti di search marketing si troveranno a lavorare presto in un nuovo contesto. Nell’Europa occidentale, dove Google domina su circa il 90% del mercato, c’è la tentazione di reagire all’accordo con un grande sbadiglio. Eppure, Yahoo! spesso ha un impatto maggiore sul nostro search marketing di quanto si possa riconoscere.

Per molti, Yahoo, tramite il suo Site Explorer e Yahoo Search Boss / Site Explorer API, costituisce una fonte primaria di dati competitivi sui backlink. E chi di noi non effettua di tanto in tanto qualche ricerca su Yahoo per verificare se i risultati in Google siano davvero buoni?

Lascia un commento

Bing – le caratteristiche e i consigli SEO

Alla fine di maggio Microsoft ha annunciato il suo nuovo motore di ricerca, Bing. Microsoft ha giustificato molte delle nuove funzionalità di Bing evidenziando che il 50% delle queries di ricerca o vengono abbandonate o raffinate – spesso gli utenti non ricevono la risposta giusta al primo tentativo – citando studi provenienti da Jakob Nielsen, Enquiro e loro interni. Microsoft ha anche indicato che gli utenti dei motori di ricerca si concentrano sempre di più sui compiti e sulle decisioni – di conseguenza le sessioni coi motori di ricerca diventano sempre più lunghe mentre gli utenti proseguono il loro processo decisionale.

2 Commenti

Perché la SEO e l’usabilità si assomigliano come due gocce d’acqua

Un’esperienza utente positiva è fondamentale per il successo di un sito web:

Su Internet, vige la regola della sopravvivenza di ciò che è più semplice: se i clienti non riescono a trovare un prodotto, essi non saranno neppure in grado di comprarlo. Se invece si consente agli utenti di fare una buona esperienza con la loro ricerca, essi diventeranno molto probabilmente clienti frequenti e fedeli. Ma il web offre anche costi bassi per cambiare i fornitori … I visitatori rimarranno solo se un sito è estremamente facile da usare.” – Parole del Guru dell’usabilità, Jakob Nielsen1

7 Commenti

7 fonti di informazione sui link dei concorrenti e considerazioni per la ricerca di link a scopo SEO

Può sembrare un cliché, ma un sito web non è un’isola. Qualsiasi sito di merito avrà accumulato più di un link in ingresso e certamente contiene link in uscita verso altre risorse sul web. Infatti, si può facilmente dire che senza link capaci di interconnettere i siti web, non potrebbe esistere il web globale.

11 Commenti

I risultati di una ricerca Google in formato AJAX, il monitoraggio nelle Google Analytics e, ahimè, uno sfogo sulle API Google

Come molti lettori forse già sanno, Google sta sperimentando da diversi mesi l’utilizzo di Ajax (JavaScript) per produrre i risultati di una ricerca. Un problema che è emerso con le prime prove è stato quello di una mancata fornitura delle informazioni di provenienza (referrer) quando un utente fa clic su uno dei risultati della ricerca, “rompendo” la storica capacità dei sistemi delle Web Analytics di monitorare il traffico delle ricerche fatte su Google. Ricordiamoci che Google dispone di più servizi su ciascun dominio dai quali è possibile inviare traffico ad un sito web, come Google Reader e la Directory Google.

1 Commento

Simone dice… o si tratta di Google dice?

La panacea link rel=”canonical” per i contenuti duplicati

Come molti lettori probabilmente sanno, Google ed altri motori di ricerca hanno recentemente annunciato un supporto per una sintassi html link rel=”canonical”. Il nuovo valore canonical (vale la pena di notare che non è una tag, il link è la tag HTML) può essere utilizzato dagli sviluppatori web per specificare quale pagina web è la versione definitiva di più pagine sostanzialmente simili.

Un problema SEO noto come contenuto duplicato sorge quando siti web utilizzano diversi URL, in genere attraverso parametri, per fornire versioni leggermente diverse di una pagina, come una versione della pagina per stampare o per consentire il monitoraggio di una campagna nello strumento per le Web Analytics.

Lascia un commento

La SEO e le ragazze della Girl Geek Dinner meneghina

Venerdì sera si è svolta la settima edizione della Girl Geek Dinner meneghina presso il CoWo di Milano. Il tema della serata è stata l’ottimizzazione e il marketing dell’identità digitale sui motori di ricerca e la gestione del brand di una Girl Geek.

Sara Borghi, SEO Junior per MOCA Interactive di Treviso, ha cominciato, introducendo i motori di ricerca e i concetti di base, come gli spider e il processo di indicizzazione. Sara ha un futuro molto promettente davanti a se: ce ne sono pochi, anche nel mondo anglosassone, che sanno spiegare cosa significa la sigla SEM (spesso viene confuso con la keyword advertising ossia PPC)!

3 Commenti

RomeCamp2008 ed indagine SEO: avete notato un risultato strano nella ricerca per “Romecamp2008”?

Se fate la ricerca romecamp2008 in Google (.it o .com, non importa), il lemma per il wiki http://barcamp.org/romecamp2008 è un po’ strano. Manca un sommario (la tipica tag html meta description o un testo rilevato dalla pagina). In più, il titolo varia dal prevedibile RomeCamp2008 (rilevato il 24 settembre 2008) al molto strano MadGrin edited romecamp2008 (visto il 25 novembre 2008).

Ricerca RomeCamp2008 in Google

Lascia un commento

Migliorare la rilevazione dei motori di ricerca e delle parole chiave dalle Google Analytics, una buona strategia SEO

In tre brevi anni1 le Google Analytics sono diventate uno strumento importante per molte aziende che cercano di ottenere il massimo dalla loro presenza sul web.

L’ampia gamma di informazioni che le Google Analytics offrono sull’utilizzo di un sito web, dalle fonti di traffico ai tassi di conversione, forniscono preziose indicazioni sulle prestazioni aziendali del sito web, tutto per un costo iniziale che è difficile da battere.

Un rapporto particolare, quello sul traffico proveniente dai motori di ricerca, è di speciale interesse per le aziende che cercano di ottimizzare le loro attività di marketing mediante i motori di ricerca.

Lascia un commento