Twitter Archives - Antezeta Digital Marketing

Tag Archives: Twitter

C’è spazio sui social media per le aziende in fase di ristrutturazione?

Pubblicità delle sigarette negli anni 30
Figura 1: nessun diritto di replica: affermazioni palesemente false e ingannevoli del 1930

Ai bei vecchi tempi la comunicazione commerciale era semplice. Un’azienda o organizzazione sviluppava i propri slogan e poi si adoperava a diffonderli attraverso i media a pagamento e quelli in base al merito. C’era un certo conforto nel sapere che se si ripeteva abbastanza spesso un messaggio, le persone lo avrebbero gradualmente assorbito. Non ci si doveva preoccupare dei detrattori; il meglio che essi potevano fare era inviare una lettera al redattore di un giornale, una lettera probabilmente scritta con uno stile acuto che persone più ragionevoli avrebbero stigmatizzato come il frutto di un pazzo. Ah, quelli erano bei tempi davvero.

1 Commento

Comunicazione convincente con i social media (W l’Internet)

Una delle molte ragioni per appassionarsi ad Internet e difenderlo da quei politici che vogliono limitarlo consiste nella sua capacità di essere un grande livellatore democratico. Gli strumenti dei social media con il loro apporto potenziale, ostacolato solo dalla lingua e dall’accesso a una connessione Internet, servono da vero e proprio megafono alla persona qualsiasi che riesce in tal modo a farsi ascoltare come mai prima.

Il video United Breaks Guitars di Dave Carroll su YouTube rappresenta un caso di social media da studiare rigorosamente, un avvertimento da non sottovalutare per quelle aziende che ignorano la potenza della comunicazione dal basso a loro rischio e pericolo.

Lascia un commento

Le reti sociali e la visibilità nei motori di ricerca: un motivo in più per partecipare

Per le aziende è importante trovarsi sulle stesse piazze dove si trovano anche i propri clienti e i clienti potenziali. In rete, le piazze sono indiscutibilmente le reti sociali come Facebook, Twitter, friendfeed, Google+e, particolarmente per la vendita ad altre aziende, LinkedIn. Ma prima che un’azienda decida di dedicare del tempo e delle persone a presiedere le reti sociali come si deve, ci sono tutta una serie di vantaggi e svantaggi da valutare.

Lascia un commento

Misurazione dei media digitali: il monitoraggio facile delle campagne e uno strumento gratuito

Tanti canali digitali di comunicazione, eppure così poco tempo. Con un numero sempre più alto di canali per l’acquisizione di traffico per i siti web che spuntano da un giorno all’altro, diventa sempre più importante misurare con precisione l’efficacia di un canale. Ciò significa chiedere e rispondere a domande difficili, a volte scomode, del tipo “C’è qualcuno che interagisce davvero con il notiziario mensile?“. Se i lettori interagiscono, qual è esattamente il punto dove si verifica tale coinvolgimento, cioè dove è il link che viene cliccato? Nel caso del social media marketing, i post sulle pagine Facebook o i tweet su Twitter suscitano interesse sufficiente per convincere le persone a cliccare i link per visitare il sito aziendale?

Lascia un commento

Qualche considerazione al volo su Google+, pro e contro.

Vale la pena dire in anticipo che sono strafelice per il lancio, anche se in un test limitato, di Google+. Google+ rappresenta già un miglioramento significativo rispetto all'altro sito sociale, spesso dimenticato, di casa Google, Orkut, e sembra dimostrare che Google ha imparato molto dai suoi precedenti sforzi in campo sociale come Friend Connect e il suo Buzz, simile a twitter.

Lascia un commento

Come importare i propri contatti in Facebook, Twitter, LinkedIn ed altri siti sociali, senza ammazzarsi di fatica

Capita ad ogni azienda e/o professionista che vogliano promuovere i propri prodotti e servizi sui social network: viene loro richiesto un accesso alla rubrica dei contatti per trovare i contatti già sulla rete sociale e per invitare gli altri ad unirsi a noi. La funzionalità “trova contatti” può rivelarsi un’ottima opportunità per far crescere in fretta la propria presenza e il proprio peso in un social network, ma è anche un processo che potrebbe nascondere non poche insidie. Nei capitoli che seguono consideriamo alcune delle trappole più significative e vediamo come l’impiego di una casella di posta usa e getta potrebbe evitare molti problemi.

Lascia un commento

Non mancate al Twestival, la festa mondiale di beneficenza dei twitterati e non.

La piazza virtuale diventa un po’ meno virtuale giovedì 24 marzo quando twitterati e non in più di 200 città del mondo s’incontreranno di persona a scopo di beneficenza. L’evento, Twestival (da twitter festival), è stato organizzato per la prima volta a Londra nel 2008 e da questo anno si svolge anche in Italia, a Milano.

Logo milan twestivalL’evento comincia alle 20.00, presso l’11Clubroom, via Tocqueville 11, Milano, con buffet e un drink. Oltre alle chiacchierate con gli amici nuovi e vecchi, ci sarà dell’intrattenimento fornito dai cantanti Annika, Stephy e Denis e degli interventi di Enrica Carnelli per la Fondazione De Marchi e di Manfredi Palmeri, Presidente del Consiglio comunale di Milano.

Lascia un commento

Quello che Google sa su Google e su alcune altre cose

C’è un meraviglioso detto che circola nelle grandi aziende, in particolare quando si parla di iniziative sulla gestione della conoscenza (Knowledge Management – KM), “solo se sapessimo quello che sappiamo“. È improbabile che Google sia esente da questo problema, ma la loro cultura basata sui dati ha lanciato vari cruscotti d’informazione che mirle richieste dei governiano a superare questo problema, facilitando la comunicazione interna ed esterna dei dati, dagli stati di servizio dei servizi Google fino alle statistiche internet.

Lascia un commento

Ma questo Twitter è davvero uno strumento di marketing o soltanto molto rumore per nulla?

Logo TwitterTwitter è uno strumento internet che consente l’invio di messaggi brevi, come gli SMS, a più destinatari. A differenza dell’email marketing, i destinatari devono scegliere di ricevere i messaggi. Grazie ad una tecnica di inoltro, un destinatario può, a sua volta, inoltrare un messaggio ricevuto ai suoi seguaci, innescando così una diffusione virale. Grazie alla sua apparente semplicità e flessibilità twitter ha conseguito un successo indiscusso a livello internazionale. A prima vista la complicazione più evidente è che twitter possiede un linguaggio tutto suo. I destinatari vengono chiamati followers (seguaci), i messaggi tweets e l’inoltro di un messaggio retweet.

1 Commento

Slides sulle statistiche Twitter presentate al Chirp, convegno per gli sviluppatori

I dati sull’utilizzo di Twitter sono per lo più limitati a stime fornite da terzi. Al primo convegno per gli sviluppatori, Chirp, abbiamo ottenuto alcuni dati direttamente dalla fonte. Il primo dato è che il 75% del traffico di Twitter arriva dai clienti e dai servizi di terzi attraverso l’API di Twitter. Di solito questo traffico non viene tracciato da parte dei servizi di misurazione famosi.

75% del traffico di Twitter

Twitter dice di avere 105.779.710 utenti registrati. Questo dato non ci dice molto, visto che non sappiamo quanto siano attivi questi utenti. Ci sono persone che creano un account solo per abbandonarlo in seguito. Proprio per questo motivo, twitter dice che può annullare gli account senza attività per 6 mesi.

Lascia un commento

Che c’è di nuovo in Social Media Marketing – Sessione presso SMX West 2009

Il Marketing mediante i motori di ricerca fa parte dell’ecosistema web più esteso. Alla conferenza SMX West 2009, tre habitués dei social media web hanno condiviso suggerimenti su come avere successo nella promozione di un sito web utilizzando i media sociali.

Moderatore: Sara Holoubek, Consulente, Editorialista e membro del Consiglio di Amministrazione SEMPO

Relatori:

1 Commento

Google SearchWiki e la ricerca personalizzata

Nella SEO ricorrono diverse discussioni con i nuovi clienti potenziali. La più comune di gran lunga è quella circa il motivo per cui i rapporti di conversione devono essere utilizzati per misurare i risultati SEO, piuttosto che i report tradizionali sul posizionamento nei motori di ricerca. Le persone rimangono a bocca aperta quando sentono che due diversi utenti di Google possono visualizzare risultati di ricerca diversi per la stessa query di ricerca effettuata nello stesso momento temporale. Le ragioni variano – le ricerche effettuate su google.com o google.it, i centri di dati possono essere non sincronizzati, ecc.

Lascia un commento

SEO per un Blog – Tutte le strade portano a RomeCamp 2008

Una delle cose che apprezzo molto di Internet è come ciascuno che abbia un minimo di dimestichezza con un computer possa comunicare le proprie idee ad un vasto pubblico. Un tempo la piattaforma prescelta era il sito personale presso geocities, clarence city o simili. Nel frattempo è nato il formato blog che facilita non solo l’autopubblicazione, ma anche un ampio ascolto.

Valutato positivamente anche da politici e da aziende, c’è poco dubbio sull’importanza del blog come strumento di comunicazione. C’è comunque un luogo comune che sento spesso…

“WordPress (piattaforma blog) è già ottimizzata per i motori di ricerca”.

5 Commenti

Come trarre il meglio da una brutta situazione: comunicare in modo intelligente i disservizi sul web

L’altra sefhra Camillo Di Tullio, alias Dr Who, mi ha chiesto tramite chat se riscontravo problemi nell’accedere a siti web molto trafficati come i siti di social media Facebook o LinkedIn. In quel momento particolare, non avevo notato difficoltà particolari, ma la sua domanda mi ha fatto riflettere sul fatto che, recentemente, si sono visti molti siti assai noti giù.

1 Commento

Twitter in Italia – uno strumento per la comunicazione aziendale o solo per cazzeggiare?

microcamp, svolto al Politecnico di Milano, ha avuto un inizio molto provocatorio. Sembra che al estero si impegna strumenti come twitter solo a scopo lavorativo mentre gli italiani cazzeggiano e basta.

La pietra gettata nello stagno ha servito a rompere il sonno e ha innescato un accesso dibattito. La attenzione si è spostato dopo a un mini corso SEO su twitter, che è stato anche un preteso per considerare le statistiche sull’utilizzo di twitter. Attualmente con meno di 10.000 utente in Italia, pretendiamo troppo da questo strumento? Marcello del Bono e Massimo Morigi hanno tentati a rassicurarci – ci saranno spazi per un utilizzo professionale di twitter, anche in Italia.

4 Commenti