AdWords Archives - Page 2 of 2 - Antezeta Digital Marketing

Tag Archives: AdWords

Quali siti si appoggiano a Google per il loro motore di ricerca ed gli annunci contestuali?

Una considerazione importante per gli inserzionisti del programma AdWords di Google consiste proprio nel comprendere dove possono apparire i loro annunci contestuali. Google indica che gli annunci AdWords possono essere visualizzati su:

  1. il motore di ricerca Google;
  2. i motori di ricerca affiliati (ad esempio AOL, Ask.com, Libero / Arianna, Virgilio / Alice);
  3. i siti di contenuti web di proprietà di Google (vale a dire Gmail, i Gruppi Google);
  4. i siti di contenuti web di terzi (praticamente tutti i siti che desiderano ospitare gli annunci di Google).
Lascia un commento

Cose strane nella ricerca di voli Milano – Roma in Google: dietro le quinte c’è l’arbitraggio AdSense.

La tradizionale pausa estiva in Italia consente di lavorare su progetti che rimangono nel dimenticatoio durante il resto dell’anno. Nello scorso agosto ho rilasciato una guida gratuita per la selezione di parole chiave; quest’anno il focus è su di un corso sulla pubblicità pay-per-click (PPC) con AdWords.

Durante l’acquisizione di alcune schermate aggiornate per il corso PPC, mi sono imbattuto in un interessante esempio chiarificatore del fenomeno di marketing mediante i motori di ricerca noto come arbitraggio AdSense o arbitraggio PPC.

Ricerca di Voli Milano – Roma

Prendiamo in considerazione questa ricerca per voli Milano – Roma:
Ricerca in Google per voli Milano – Roma

Figura 1: Ricerca in Google per voli Milano – Roma

2 Commenti

Gli editori italiani sono ancora diffidenti nella ricerca di libri in Internet?

Questa è stata la domanda posta a Santiago de la Mora, Google European Partnerships Lead, Books, a Editech 2008: Editoria ed Innovazione tecnologica, Milano, 27 giugno 2008.

Nell’articolo che segue, ho cercato di parafrasare la presentazione di Santiago sulla Google Ricerca Libri in base agli appunti che ho preso nel corso della sessione. Santiago ha iniziato osservando che sua presentazione affronta 5 punti.

Visto che le slides non sono attualmente disponibili e non sono riuscito a vederle molto bene dal mio posto sul lato dell’aula, mi sono permesso di aggiungere alcune schermate nel tentativo di illustrare al meglio il discorso di Santiago. Ho inserito anche alcune osservazioni personali, indicate in corsivo.

1 Commento

L’aggiornamento di Google Analytics ci piace, ma solo in parte. Un’interfaccia utente completamente rivista rende i dati più vicini agli analisti degli accessi. Rimane qualche punto aperto… e Microsoft si farà sentire con Gatineau.

Google sta per rilasciare un aggiornamento significativo allo strumento gratuito di web analytics lanciato con grandi consensi nel novembre 2005.

Le funzionalità ricche e professionali che hanno caratterizzato Google Analytics erano senza dubbio apprezzabili, considerandone soprattutto l’assenza di costo. Tuttavia l’interfaccia utente risultava ingombrante. Col passare del tempo, le funzionalità per la gestione di Google Adwords vi sono state continuamente aggiunte, con l’effetto che anche i professionisti di web analytics facevano fatica a navigare attraverso un mare di menu e report ridondanti.

Lascia un commento

6 metodi per controllare quali delle vostre pagine appaiono nei motori di ricerca e in che modo lo fanno

Può sembrare paradossale, ma ci sono davvero molte occasioni in cui è possibile che vogliate escludere un sito, o parte di un sito, dalla scansione ed indicizzazione dei motori di ricerca. Una necessità tipica è quella di tenere pagine duplicate, come versioni da stampare, fuori da un motore di ricerca. Lo stesso vale per pagine disponibili sia in HTML che PDF. Altri esempi comprendono “pagine di servizio” come messaggi di errore e pagine di conferma di attività.

Ci sono numerosi modi per evitare l’indicizzazione delle pagine di un sito in Google, Yahoo!, Microsoft Live o Ask. In questo articolo consideriamo diversi metodi per bloccare i motori di ricerca, tenendo conto dei pro e dei contra di ogni metodo.

1 Commento

Gli spider o crawler dei motori di ricerca: chi sta visitando il nostro sito e perché?

Le aziende che applicano strategie di ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca (SEO) prima o poi decidono, giustamente, di controllare le scansioni effettuate dai motori di ricerca. Infatti prima che una pagina web appaia nei risultati della ricerca, il contenuto deve essere stato individuato dai motori di ricerca attraverso un processo di scansione. La scansione viene fatta con un software che percorre Internet in automatico per trovare e scaricare i contenuti dei siti affinché il motore di ricerca li analizzi, li indicizzi e li classifichi.

Il controllo fa parte del posizionamento nei Motori di Ricerca in base al Merito™, cioè essere primo su Google.

Lascia un commento

Le classifiche delle ricerche per parole chiave in Google, Yahoo!, MSN ed Ask

Introduzione al comportamento degli utenti dei Motori di Ricerca nel Mondo Reale

Vi è stato appena assegnato il compito di aggiornare le parole chiave del vostro sito? Non ve la sentite ancora di elaborare un thesaurus o verificare i meta tag delle parola-chiave della concorrenza? Perché non iniziare con un approccio ludico – didattico, esaminando come gli utenti interrogano davvero i motori di ricerca? Ognuno dei principali motori di ricerca offre o ha offerto una classifica delle tendenze più importanti nella ricerche effettuate in Internet. In alcuni casi, i motori si riferiscono anche alle ricerche più comuni. Anche se chiaramente rimangono solo come un indicatore di eventi di notizie principali e altri fenomeni sociali, le tendenze di ricerca dimostrano come gli utenti si appoggino su una o due parole soltanto per esprimere quello che stanno cercando.

Lascia un commento

Google Zeitgeist ha un fratello, Google Trends (tendenze)

I Laboratori Google hanno rilasciato un nuovo strumento di ricerca, Google Trends (Tendenze). Google Trends fornisce le percentuali di ricerca nel tempo (dal 2004 in avanti) per un insieme di parole chiave e di frasi di parole chiave indicate dall’utente. Google Trends è il fratello di Google Zeitgeist, che fornisce una fotografia istantanea delle principali tendenze nella ricerca per parole chiave in Google.

In alcuni casi, le notizie sono correlate alle ricerche e permettono di intuire gli eventi che hanno innescato i picchi nelle ricerche impostate dagli utenti. Fate una prova – una ricerca su valentino rossi, ferrari per vedere come Google Trends funziona. Se i dati sono precisi, l’Italia occupa il secondo posto dopo la Gran Bretagna per la ricerca sul Viagra!

Lascia un commento

Google Analytics, già Urchin, ora servizio di statistiche web gratuito

Google ha gratuitamente messo a disposizione dei proprietari dei siti, il servizio online d’analisi dei dati Google Analytics. Il servizio di web analytics (statistiche web), comprato diversi mesi fa dalla Urchin, precedentemente aveva un costo a partire da $2400/anno.

Il servizio funziona inserendo piccoli parti di codice in ogni pagina del sito web. Quando una pagina è richiesta da un navigatore, il codice inserito provvede a fare una chiamata ai server di Google che registrano le informazioni di base come il nome della pagina, l’ora, il browser, l’IP dell’utente e l’URL di provenienza se disponibile.

Lascia un commento