La SEO e le ragazze della Girl Geek Dinner Milanese

La SEO e le ragazze della Girl Geek Dinner meneghina

Venerdì sera si è svolta la settima edizione della Girl Geek Dinner meneghina presso il CoWo di Milano. Il tema della serata è stata l’ottimizzazione e il marketing dell’identità digitale sui motori di ricerca e la gestione del brand di una Girl Geek.

Sara Borghi, Junior per MOCA Interactive di Treviso, ha cominciato, introducendo i motori di ricerca e i concetti di base, come gli spider e il processo di indicizzazione. Sara ha un futuro molto promettente davanti a se: ce ne sono pochi, anche nel mondo anglosassone, che sanno spiegare cosa significa la sigla SEM (spesso viene confuso con la keyword advertising ossia PPC)!

Daniela Trifone, Search Engine Marketing Consultant per Sems a Milano, ha parlato del problema della immagine di un azienda online e l’esigenza di gestirla (il cosiddetto reputation management). Per illustrare la sua presentazione, Daniela ha scelta esempi di critiche e lode verso aziende note, controllando i risultati di ricerche fatte in Google. Daniela notava che, se non si può prevenire, un’azienda dovrebbe almeno cogliere le notizie negative come un’opportunità: sono input utili al miglioramento dei propri prodotti, servizi e/o processi.

Interessante lo scambio di considerazioni con Marco Massarotto sul grado di giustizia di Internet come lente di ingrandimento.

Miriam Bertoli, Search Marketing Director per TSW a Treviso, ha offerto spunti di riflessione su come ci presentiamo online, dalla scelta di un nickname al profilo professionale in Linkedin. Miriam ha un modo ottimista di presentare che mi mette sempre di buon umore.

Durante la sua presentazione, mi sono ricordato di uno studio che indicava quanto la cura della propria reputazione online è critica, particolarmente per le donne. Ex-Americana e blogger Pippawilson generalmente non ha problemi di comunicazione ma il pensiero di dover tradurre il suo profilo professionale per LinkedIn ha creato almeno un attimo di sconforto!

Emma Tracanella e Luigina Foggetti hanno concluso le presentazioni con alcuni consigli preziosi per i blogger. La cosa che mi ha colpito è stata che quasi tutti i loro consigli, come l’utilizzo di con parole chiave invece di parametri “strane”, servivano non solo per migliorare il traffico dei motori di ricerca, ma anche ad aumentare l’usabilità del blog per i visitatori. Si è visto il wisdom of the crowd applicarsi con precisione sull’utilizzo o meno sui commenti del rel=”nofollow”.

A giudicare dall’ascolto attento che le ragazze (e non) hanno dato ai relatori, la serata è stata un grande successo.

Un ringraziamento a Laura Coppola e Massimo Carraro per l’accoglienza nel loro spazio di coworking e alla mia Girl, almeno per la serata, Sara Maternini, blogger appassionata della cucina italiana. La prossima Girl Geek Dinner è prevista per il 3 aprile, un giorno molto vicino al mio cuore :-).

Ti potrebbero interessare:

Sono aperte le iscrizioni per il prossimo corso Seo e per il corso Google Analytics. Cosa aspettate?


A proposito di Sean Carlos

Sean Carlos aiuta le aziende nell'ottimizzare i loro risultati di business online. La sua carriera spazia dalla gestione di campagne di telemarketing e direct mailing presso un'organizzazione con più di 10.000 soci ad una significativa esperienza a livello mondiale maturata presso la Hewlett-Packard. Nei primi anni 90 Sean ha sviluppato un applicativo enterprise search, comprensivo di tutte le fasi, dall'indicizzazione alla ricerca dei testi, per il Los Angeles County Museum of Art. Dal 2000 al 2004 Sean è stato IT Manager del sito immobiliare CasaClick.it, parte del gruppo Pirelli. Sean è un docente ufficiale della Digital Analytics Association. È Chairman dello SMX Search and Social Media Conference, 13 & 14 novembre p.v. a Milano. Collabora inoltre con l'Università Bocconi. Nato a Providence, RI, USA, Sean Carlos si è laureato in Fisica. Parla inglese, italiano e tedesco.

3 risposte a "La SEO e le ragazze della Girl Geek Dinner meneghina"

Lascia un commento

Avviso: i tuoi commenti sono i benvenuti se sono costruttivi. L'amministratore si riserva la facoltà di cancellare i commenti anonimi, con secondi fini e/o con toni non civili.