Google+ fallisce la prova di portabilità dei contatti, purtroppo

La liberazione di dati da Google+: una promessa non ancora soddisfatta

Avete mai notato come MS Office è in grado di importare moltissimi formati di documenti, ma le opzioni di esportazione sono praticamente limitati a Microsoft formati (rtf è un formato di Microsoft, tra l'altro)? Ciò non è casuale. Le aziende intelligenti hanno capito che i dati sono una bene, da utilizzare strategicamente, anche come barriera per bloccare che i clienti si spostano al concorrenza.

Perché la portabilità dei dati è molto importante

La possibilità di trasferire dati da un'applicazione all'altra, la portabilità dei dati, sta diventando un problema per gli utenti sul web sociale quando vogliano trovare i loro contatti sociali e di lavoro, che hanno coltivato nel tempo su un sito sociale, presso altri reti sociale su web. Contatti accumulati in Facebook, LinkedIn, Google+ e siti simili non accadono per caso. Sono il frutto della socializzazione con amici e networking professionale, anche virtuale, nel tempo. Si tratta di attività come fotografare il momento, presentare a convegni, contribuire ai barcamp, e, perché no, essere semplicemente simpatico . Attività di gente non di Facebook, LinkedIn o Google+. Un sito web sociale è solo un contenitore, anche se un contenitore significativo. Se un utente ha lavorato duramente per riempire il contenitore, lui dovrebbero essere in grado di trasferire il suo contenuto, a volontà. Questo comprende tutte le informazioni sui contatti che è stato condiviso con se. L'utente non deve essere bloccato come un ostaggio nel contenitore.

Google dice "migrare a Google+: c'la portabilità di dati!"

Durante la chiamata sugli utili del 2° trimestre 2011, Larry Page ha evidenziato la portabilità dei dati come una delle ragioni convincenti per gli utenti di migrare a Google +:

Google come azienda crede che gli utenti possono possedere i propri dati e nella possibilità di spostarli facilmente da Google; alcuni dei nostri concorrenti non credo in questo, ma pensiamo che gli utenti finiranno a passare a servizi che sono nel loro interesse e che funzionano molto bene per loro.

Google ha cercato di utilizzare la portabilità dei dati come un modo per differenziarsi dalla concorrenza dal 2007 quando una squadra nella sede Google a Chicago ha iniziato un'iniziativa Google, la Fronte di Liberazione dei dati, che ha come obiettivo consentire agli utenti di trasportare liberamente i propri dati dentro e fuori dei servizi Google. Allora Google probabilmente aveva nel suo occhio lo sforzi noto fatto da Microsoft per evitare di sostenere il formato OpenDocument utilizzato della concorrenza OpenOffice / LibreOffice.

Con il lancio di Google +, Google vuole distinguersi di nuovo da un capofila del mercato, questa volta, Facebook. Facebook ha introdotto una opzione per l'esportazioni dei dati nel ottobre 2010 (cercare il link Scarica le tue informazioni nella parte inferiore della pagina Impostazioni account), ma il servizio non fa altro che creare una copia del proprio profilo in html statico con i messaggi, eventi, foto, ed è interessante, un elenco dei amici in testo semplice che non ha nemmeno un link ai profili in Facebook – un elenco completamente ed assolutamente inutile insomma. Ognuno di questi elementi dovrebbe essere esportati in un formato riconosciuto del settore, pronti per l'importazione in altre applicazioni.

Lo standard di riferimento per lo scambio di dati di contatto è la vCard, un biglietto da visita elettronico, un formato codificato in IETF rfc2426. Il formato vCard supporta la maggior parte, se non tutti, i dati memorizzati nei contatti di Microsoft Outlook ed applicazioni PIM simili. Facebook ha molto probabilmente storpito l'esportazione di contatto siccome Facebook sa che si tratta di contatti che sono i semi di una rete sociale – l'importazione dei contatti in Facebook è facile ma non l'esportazione!

La portabilità dei dati Google+: una promessa mancata (finora)

Purtroppo, nonostante la creazione di aspettative alte, Google+ non è molto meglio di Facebook. Google dice che:

troverete tutti i vostri dati in formati portatile ed aperto, quindi è facile e veloce importare ad altri servizi.

Questo non è vero. L'attuale file di esportazione per i cerchi contengono solo il nome di una persona e un link al proprio profilo Google. È tutto! Nessuna foto. Non ci sono note (introduzione). Nessun sito web (i link). Nessun titolo, ruolo od organizzazione. Nessun nick (nome alternativo). Nessun indirizzo e-mail (un campo chiave per l'interscambio di dati). Anche funzione di esportazione vCard di LinkedIn, pur essendo incompleta, fornisce maggior dati. Poiché i dati Google+ non possono essere utilizzati da qualsiasi programma automatica (senza fare un'elaborazione della pagina del profilo associato), la prova pratica sull'usabilità dei dati non è riuscita.

Nell'esempio sottostante, campi comuni vCard sono evidenziati con un bordo rosso. I dati che Google+ rifiuta di esportare sono oscurati nell'immagine sulla destra. Siccome il formato vCard è estensibile, Google potrebbe esportare tutti i dati, utilizzando un nuovo prefisso dove un campo non sia già fornito da qualcun altro.

Ciò che Google+ sa.Ciò che Google+ ci dà.
Profilo Google+
 

Nota: le schermate sopra sono state fatte da un profilo pubblico.

Gli elementi dati effettivi disponibili per la mappatura vCard variano da profilo a profilo. Questo profilo non include una Introduzione che potrebbe / dovrebbe mappare al campo vCard NOTE né si comprende nomi alternativi che potrebbero mappare al campo vCard NICKNAME.

Google sembra di fare un buon lavoro nel esportare i dati di contatto se il contatto è in Gmail – ma questo è un tema completamente diverso. In realtà i contatti Google+ potrebbero essere troppo legati a Gmail. In una prova, l'eliminazione di tutti i contatti di Gmail ha anche svuotato i cerchi Google+, un comportamento non previsto.

In difesa di Google, Google+ è un lavoro in corso, quindi si può solo sperare che le cose miglioreranno. Per ora, però, l'esportazione dei contatti Google+ merita la votazione F per fallimento.

Google+ non riesce ad esportare i contatti recentemente aggiunti; questo è comprensibile data la complessità della sincronizzazione di sistemi back-end, ma Google dovrebbe documentare questo problema.

Nel caso che Google dovrebbe decidere di migliorare l'esportazione di contatti, sarebbe anche il caso di aggiungere un'opzione Esporta vCard direttamente su ogni profilo Google+.

Risorse sull'iniziativa Google Data Liberation

Sito:http://www.dataliberation.org/
Blog:http://dataliberation.blogspot.com/
Twitter:@Dataliberation

Ti potrebbero interessare:

Sono aperte le iscrizioni per il prossimo corso Seo e per il corso Google Analytics. Cosa aspettate?


A proposito di Sean Carlos

Sean Carlos aiuta le aziende nell'ottimizzare i loro risultati di business online. La sua carriera spazia dalla gestione di campagne di telemarketing e direct mailing presso un'organizzazione con più di 10.000 soci ad una significativa esperienza a livello mondiale maturata presso la Hewlett-Packard. Nei primi anni 90 Sean ha sviluppato un applicativo enterprise search, comprensivo di tutte le fasi, dall'indicizzazione alla ricerca dei testi, per il Los Angeles County Museum of Art. Dal 2000 al 2004 Sean è stato IT Manager del sito immobiliare CasaClick.it, parte del gruppo Pirelli. Sean è un docente ufficiale della Digital Analytics Association. È Chairman dello SMX Search and Social Media Conference, 13 & 14 novembre p.v. a Milano. Collabora inoltre con l'Università Bocconi. Nato a Providence, RI, USA, Sean Carlos si è laureato in Fisica. Parla inglese, italiano e tedesco.

Lascia un commento

Avviso: i tuoi commenti sono i benvenuti se sono costruttivi. L'amministratore si riserva la facoltà di cancellare i commenti anonimi, con secondi fini e/o con toni non civili.