Come monitorare il traffico da DuckDuckGo nelle Google Analytics

Monitorare DuckDuckGo come motore di ricerca nelle Universal Analytics di Google

Logo DuckDuckGoDuckDuckGo è un motore di ricerca alternativo che promuove il proprio vantaggio di offrire l’anonimato ai propri utenti. Esso gode di maggiore interesse da quando è trapelata la notizia sul monitoraggio da parte della NSA.

Le Google Analytics attualmente non trattano DuckDuckGo come motore di ricerca. Ciò è probabilmente dovuto alla sua insignificante quota di mercato. DuckDuckGo apparirà nel rapporto Traffico dei referral (Rapporti Standard → Sorgenti di traffico → Sorgenti → Referral) mentre in realtà dovrebbe trovarsi nel rapporto di Traffico di ricerca organico (Rapporti Standard → Sorgenti di traffico → Sorgenti → Ricerca → Risultati organici). Il problema è facile da risolvere. In primo luogo definire DuckDuckGo come motore di ricerca per ogni proprietà Universal Analytics in un account. Google dice,

  1. Vai a una proprietà. Se non sei nella schermata delle impostazioni, fai clic su Amministrazione. Seleziona l’account e la proprietà che desideri modificare.
  2. Fai clic su Informazioni di monitoraggio e successivamente su Sorgenti di ricerca organica.
  3. Fai clic su +Aggiungi motore di ricerca.
  4. Nel modulo, specifica cosa Contiene il nome di dominio e il Parametro di ricerca. Puoi anche specificare un Nome di motore di ricerca e cosa Contiene il percorso.
  5. Fai clic su Crea.
DuckDuckGo definizione di motore di ricerca in Google Analytics universale
Figura 1: definizione del motore di ricerca DuckDuckGo nelle Google Universal Analytics

Nota: gli utenti del vecchio codice di monitoraggio asincrono ga.js possono specificare DuckDuckGo nel codice di tracciamento che è aggiunto ad ogni pagina web:

_gaq.push (['_addOrganic', 'duckduckgo', 'uddg']);
_gaq.push (['_trackPageview']);

Visto che DuckDuckGo promuove la privacy degli utenti come una delle sue caratteristiche fondamentali, non dovrebbe suscitare troppe sorprese il fatto che i referrer da DuckDuckGo non contengano alcune frasi di parole chiave. Abbiamo specificato il parametro uddg siccome le Google Analytics richiedono un parametro per differenziare dal traffico potenziale non correlato ad una ricerca. Il contenuto del uddg, l’URL della pagina di destinazione sul sito, apparirà come parola chiave nel rapporto sul traffico di ricerca organica, il che probabilmente non è una buona idea. I filtri delle viste, precedentemente filtri dei profili, possono essere utilizzati per trasformare i dati in qualcosa di più corretto, come ad esempio (not provided – DuckDuckGo) o semplicemente (not provided), se si preferisce.

Nell’area d’amministrazione delle Google Analytics, scegliere Filtri sotto VISUALIZZA (PROFILO). Cliccare su nuovo filtro. Definire il filtro come segue:

DuckDuckGo motore di ricerca di vista definizione del filtro in Google Analytics universale

Fai clic su Salva e applica il filtro per le viste associate alla proprietà dell’Account se del caso. Nota: una buona pratica è quella di mantenere almeno una vista senza filtri. I filtri trasformano i dati raccolti in modo permanente. Anche se questo filtro funziona per noi, viene offerto qui senza alcuna garanzia sulla sua correttezza o idoneità allo scopo. Utilizzalo a tuo proprio rischio.

Cerchi di ottenere di più dalle Google Universal Analytics? Iscriviti oggi stesso al corso intensivo sulle Google Analytics Antezeta!

Ti potrebbero interessare:

Sono aperte le iscrizioni per il prossimo corso Seo e per il corso Google Analytics. Cosa aspettate?


A proposito di Sean Carlos

Sean Carlos aiuta le aziende nell'ottimizzare i loro risultati di business online. La sua carriera spazia dalla gestione di campagne di telemarketing e direct mailing presso un'organizzazione con più di 10.000 soci ad una significativa esperienza a livello mondiale maturata presso la Hewlett-Packard. Nei primi anni 90 Sean ha sviluppato un applicativo enterprise search, comprensivo di tutte le fasi, dall'indicizzazione alla ricerca dei testi, per il Los Angeles County Museum of Art. Dal 2000 al 2004 Sean è stato IT Manager del sito immobiliare CasaClick.it, parte del gruppo Pirelli. Sean è un docente ufficiale della Digital Analytics Association. È Chairman dello SMX Search and Social Media Conference, 12 & 13 novembre p.v. a Milano. Collabora inoltre con l'Università Bocconi. Nato a Providence, RI, USA, Sean Carlos si è laureato in Fisica. Parla inglese, italiano e tedesco.

Lascia un commento

Avviso: i tuoi commenti sono i benvenuti se sono costruttivi. L'amministratore si riserva la facoltà di cancellare i commenti anonimi, con secondi fini e/o con toni non civili.