Social Media Archives - Antezeta Digital Marketing

Category Archives: Social Media

La tua strategia dei social media considera la ricerca?

Creative Commons BY-SA 2.0 da olarte.ollie http://www.flickr.com/photos/ollieolarte/3028314931
L’ottimizzazione per la ricerca sui siti dei social media dovrebbe essere parte della tua strategia per i social media. Immagine: CC BY-SA 2.0 da olarte.ollie

La comunicazione di successo si basa tutta su come piazzare il messaggio giusto di fronte alle persone giuste al momento giusto. Nella prima parte di questa serie in due parti sulla ricerca e sui siti dei social media, ho notato l’innegabile importanza dei social media, come dimostrato dal volume di aggiornamenti dei social media, vale a dire post o tweet, pubblicati ogni giorno su Twitter e Facebook, per non parlare poi dei siti minori come VK in Russia e Sina Weibo in Cina. Ho anche considerato perché, una volta pubblicati, la maggior parte di questi aggiornamenti vanno a finire in un limbo dei social media e, raramente, vengono visti di nuovo.

Lascia un commento

Si può sintetizzare l’influenza sociale con un punteggio? Parte I, il potenziale

Klout, PeerIndex & Kred badges Quanto influente è una persona online? Vale forse la pena contattarla in una campagna per stimolare le discussioni passaparola di un prodotto o marchio? Se stavate pensando al modo di misurare o confrontare l’influenza nei social media, ci sono più aziende, tra cui Klout, PeerIndex e Kred, che offrono a gran voce di aiutarti nell’identificazione e il contatto con gli influenzatori dagli elevati punteggi di capitale sociale. Anche se una connessione con gli influenzatori non costituisce un’esigenza immediata, il capo potrebbe chiedere spiegazioni in merito al punteggio Klout di un vostro brand, così è proprio il momento cruciale per capire meglio di cosa si tratta!

Lascia un commento

Google scommette sulla pubblicità per spingere Google+

Quello di cui Google ha veramente bisogno è un incidente significativo per Facebook

(clicca per ingrandire)
Figura 1: Annuncio Google+ a piena pagina nel la Süddeutsche Zeitung (clicca per ingrandire)

Negli ultimi mesi Google, la società pubblicitaria che storicamente ha evitato la pubblicità tradizionale, ha impiegato mezzi di stampa e TV per promuovere Google+, cioè la sua risposta al fenomeno Facebook. I telespettatori negli Stati Uniti forse hanno visto anche alcuni spot Google+, come il videoritrovo Google+ con i Muppets. Google sta inoltre promuovendo Google+ in tutta Europa. Annunci a piena pagina sono apparsi nei principali quotidiani europei, come la Süddeutsche Zeitung in Germania (vedi immagine) e La Repubblica in Italia. Nel Regno Unito uno spot televisivo basato su Come vi piace di Shakespeare cerca di convincere i telespettatori dell’utilità di Google+ in ogni fase della loro vita. In Italia, gli spot Google+ sono mirati a valorizzare cose apprezzate dagli italiani come la moda e i telefoni cellulari. Indipendentemente dal mercato, le campagne di Google+ mirano a convincere le masse che Google+ è il social network che fa proprio al caso loro.

1 Commento

È forse giunta l’ora che gli inserzionisti di Facebook verifichino se i clic siano fraudolenti?

Un tallone di Achille della pubblicità su Internet dove si paga per ogni clic è rappresentato dal rischio che si “clicchi” su un annuncio per il quale non si nutre il benché minimo interesse. Se i clic non qualificati sono limitati a pochi utenti nervosi per i troppi caffè bevuti che si mettono a cliccare all’impazzata, non c’è davvero da preoccuparsi – soprattutto per gli inserzionisti abituati ai vincoli di targeting dei media tradizionali. Ma i clic fraudolenti, di solito chiamati dalle piattaforme pubblicitarie clic non validi, hanno rappresentato nel corso degli anni una vera e propria preoccupazione.

Lascia un commento

Comunicazione convincente con i social media (W l’Internet)

Una delle molte ragioni per appassionarsi ad Internet e difenderlo da quei politici che vogliono limitarlo consiste nella sua capacità di essere un grande livellatore democratico. Gli strumenti dei social media con il loro apporto potenziale, ostacolato solo dalla lingua e dall’accesso a una connessione Internet, servono da vero e proprio megafono alla persona qualsiasi che riesce in tal modo a farsi ascoltare come mai prima.

Il video United Breaks Guitars di Dave Carroll su YouTube rappresenta un caso di social media da studiare rigorosamente, un avvertimento da non sottovalutare per quelle aziende che ignorano la potenza della comunicazione dal basso a loro rischio e pericolo.

Lascia un commento

Come importare i propri contatti in Facebook, Twitter, LinkedIn ed altri siti sociali, senza ammazzarsi di fatica

Capita ad ogni azienda e/o professionista che vogliano promuovere i propri prodotti e servizi sui social network: viene loro richiesto un accesso alla rubrica dei contatti per trovare i contatti già sulla rete sociale e per invitare gli altri ad unirsi a noi. La funzionalità “trova contatti” può rivelarsi un’ottima opportunità per far crescere in fretta la propria presenza e il proprio peso in un social network, ma è anche un processo che potrebbe nascondere non poche insidie. Nei capitoli che seguono consideriamo alcune delle trappole più significative e vediamo come l’impiego di una casella di posta usa e getta potrebbe evitare molti problemi.

Lascia un commento

EdgeRank e i 3 passi per ottimizzare le Notizie su Facebook (NFO)

Le Notizie su Facebook sono un elenco di contenuti provenienti dagli amici e dalle pagine sulla quale una persona è connessa su Facebook. Le notizie ricevono molta visibilità nel sistema Facebook grazie all’ubicazione centrale nella pagina di ingresso ed al loro aggiornamento continuo.

I contenuti delle notizie consistono in post degli amici e delle pagine, richieste di amicizia, tag su foto, risposte a inviti per eventi, iscrizioni a gruppi.

1 Commento

Che c’è di nuovo in Social Media Marketing – Sessione presso SMX West 2009

Il Marketing mediante i motori di ricerca fa parte dell’ecosistema web più esteso. Alla conferenza SMX West 2009, tre habitués dei social media web hanno condiviso suggerimenti su come avere successo nella promozione di un sito web utilizzando i media sociali.

Moderatore: Sara Holoubek, Consulente, Editorialista e membro del Consiglio di Amministrazione SEMPO

Relatori:

1 Commento

La misurazione dei media sociali e un caso, questo SEO Blog

La settimana scorsa un amico mi ha chiesto dritte sulla misurazione dei social media, come dei blog.

Io trovo le opere di Jeremiah Owyang sempre stimolanti, ad esempio il suo articolo What should we measure ed il documento Tracking the Influence of Conversations: A Roundtable Discussion on Social Media Metrics and Measurement. Ma

non è sufficiente misurare, dobbiamo considerare eventuali inganni nascosti nei dati, vale a dire dobbiamo anche interpretarli.

Consideriamo il caso di un blog post. Quanto un post abbia avuto seguito ed abbia coinvolto lettori o meno potrebbe essere dedotto dal numero dei commenti lasciati. Ma ci sono due potenziali problemi con questa misurazione.

2 Commenti

Persone, Internet ed Impresa Business, tutto senza nominare Google.

Mercoledì scorso ho avuto la fortuna di partecipare ad una conferenza di primo livello sui comportamenti sociali e la tecnologia abilitante, applicata a medie e grandi imprese. Non a San Francisco. Non a Boston, dove ho lavorato per 4 anni. Neppure a Milano, ma a Varese. Giusto, Varese, un tempo conosciuta più per la produzione di scarpe. La conferenza, International Forum on Enterprise 2.0, si è tenuta presso l’Università dell’Insubria come parte integrante delle celebrazioni in occasione del 10° anniversario della sua fondazione.

2 Commenti

Sei una donna di successo che vuole competere per un posto nel Gabinetto del Presidente Obama?

Barack Obama si accinge a preparare la sua sfida contro John McBush ed una delle sue molteplici scommesse è quella di motivare e coinvolgere i tanti gruppi di interesse che hanno sostenuto la candidatura di Hillary Clinton. È improbabile che il gruppo dei razzisti bianchi sosterrà a breve il messaggio di speranza offerto da Obama; l’America non è ancora quel paradiso in terra che a molti dei miei amici italiani piacerebbe pensare. Tuttavia proprio le elettrici che erano animate dal pensiero di un Presidente Hillary Clinton rappresentano un importante blocco di voti per Barack.

Lascia un commento

Business Networking a Milano con MilanIn – Dove si va?

Sono stato di nuovo ad una serata di MilanIn ieri e mi ha colpito assai l’affluenza un po’ bassa e la mancanza di molte facce note. Ciò mi spiace visto che il networking sociale fa bene sia alla vita professionale sia a quella sociale.

Ho già spiegato quanto io creda nell’iniziativa di MilanIn e su quanto il business networking in persona come complemento a LinkedIn, Viadeo e Xing possa funzionare. Ma può funzionare solo se le persone partecipano – numerose e frequentemente.

11 Commenti

Diventa mio amico, almeno su Facebook

Da molto tempo ho resistito la tentazione di creare il mio profilo su Facebook – non si può essere ovunque, no? (Andrey Golub essendo l’eccezione!)

Di sicuro, non mancano luoghi sulla rete per trovare partner per il business.

Ma oggi mi è raggiunto un e-mail da una ragazza americana che ho conosciuto presso un raduno di professionisti SEO (search engine optimization) a Manchester, Inghilterra. In sostanza lei ha rifiutato il mio invito per LinkedIn, dicendo che sta già su Facebook, che per ora basta.

1 Commento

Sfruttare al meglio i servizi delle reti sociali online orientate al business: LinkedIn, Xing, Viadeo e Neurona

In pochi anni, le reti sociali online orientate al business sono decollate. Il leader indiscusso, LinkedIn, conta più di 10 milioni di iscritti nonostante il suo interfaccia sia disponibile solo in inglese.

Per inserirsi in una rete sociale online occorre costruire il proprio profilo personale ed invitare i contatti professionali ad associarsi al profilo. La maggior parte dei siti di social networking per business offrono la possibilità di caricare contatti dalla posta elettronica e/o da un file. Come viene gestita questa funzionalità o meno risulta molto critico per persone che possiedono una rubrica estesa.

1 Commento

SEO per multimediale audio e video

Dal momento che l’utilizzo a banda larga cresce a vista d’occhio, molti siti web stanno incrementando il loro contenuto audiovisivo disponibile per attrarre e trattenere i navigatori Internet. Sfortunatamente i file multimediali, come immagini, podcast mp3 e video, presentano tutta una gamma di problemi di visibilità per i motori di ricerca tradizionali.

La tecnologia di indicizzazione e recupero di informazioni utilizzata dai motori di ricerca principali viene regolata da contenuti basati sul testo, come file html, e non da contenuti multimediali. Nel tempo, i motori di ricerca sono diventati molto efficaci nel trovare testo in documenti binari, come file di elaborazione dei testi (.doc, .odt), alcuni pdf e anche, a un livello limitato, gli animati Flash. I file multimediali, come video, presentano ancora un insieme di problemi che vengono considerati in questo articolo.

Lascia un commento